Crisi di coppia

Come risolvere i problemi di coppia - tutte le risposte.

Quando è presente un problema di coppia che dura da molto tempo o che mette a rischio la relazione, i vari tentativi dei partner di risolvere le cose potrebbero non bastare. Spesso ognuno si aspetta che sia l'altro a dover cambiare e questo porta a ritrovarsi in un circolo vizioso fatto di continue illusioni e delusioni. In un rapporto ferirsi è più facile di quanto si possa immaginare e raramente tutto rimane roseo e facile come all'inizio. Oggi, le aspettative relazionali sono molto elevate e la credenza che si struttura sempre più facilmente è “Se le cose non funzionano si deve chiudere”. Non a caso separazioni e divorzi sono in continuo aumento, così come il preferire la convivenza all'impegno del matrimonio. Vediamo insieme, pertanto, cosa sono le crisi di coppia, quali sono i problemi più frequenti e quali sono le migliori soluzioni.

Terapia di coppia: in cosa consiste e quanto può durare

La coppia che arriva in terapia rappresenta una sfida anche per il terapeuta, che deve essere capace di danzare insieme ai partner per eliminare vecchi rancori, insegnare a capire il mondo dell'altro e costruire un nuovo equilibrio più funzionale. Spesso è uno dei due a convincere l'altro ad intraprendere un percorso e lo fa con l'idea del “Te lo porto, lo aggiusti e me lo restituisci cambiato”. In realtà una terapia di coppia funziona se entrambi i partner sono disposti a mettersi in gioco, a riconoscere i propri limiti e ad attuare dei cambiamenti anche quando questi sono lontani dal proprio modo di vedere le cose. Il terapeuta non è un giudice che deve stabilire qual è la verità o chi è il colpevole, ma individuare se esiste un obiettivo comune su cui poter realmente lavorare in modo da cambiare lo scenario in cui il problema ha trovato terreno fertile per strutturarsi.

Come si svolge una seduta di terapia di coppia

La prima seduta è generalmente dedicata alla definizione del problema che porta la coppia in terapia e all'analisi dei tentativi fatti per risolverlo. Il terapeuta, poi, in base alla situazione specifica potrà valutare se:

  • proseguire con incontri di coppia

  • alternare incontri di coppia a sedute individuali

  • nel caso venisse individuata una patologia in uno dei due partner, procedere con una terapia individuale per rivalutare, solo dopo la risoluzione del disturbo, se è il caso di ricoinvolgere l'altro nel percorso.

Le sedute successive saranno caratterizzate dal far emergere le emozioni per poterle incanalare, ristrutturare false credenze, riavvicinare i partner attraverso prescrizioni da svolgere tra un incontro e l'altro.

Quanto è utile la terapia di coppia?

La terapia di coppia può essere utile per:

  • problemi comunicativi

  • tradimenti

  • genitorialità

  • rabbia

  • problemi sessuali

  • distacchi emotivi

  • litigi

Quante sedute occorrono per uscire dal problema?

L'approccio strategico si basa su un numero massimo di 10 sedute. In questo lasso di tempo deve necessariamente arrivare lo sblocco che porta la coppia in terapia. Dopodichè si può procedere a degli incontri di follow-up in modo da consolidare i risultati raggiunti e da rimanere un punto di riferimento per la coppia.

Qual è l'obiettino della terapia di coppia?

Per intraprendere un percorso di terapia di coppia l'obiettivo terapeutico deve essere comune ai due partner. Se uno arriva con l'intento di salvare il rapporto, mentre l'altro vede il tutto come già concluso, non si può pensare di iniziare un percorso. Così come il caso in cui uno dei due abbia la convinzione che sia solo l'altro a dover cambiare. L'obiettivo è molto importante e va chiarito e definito da subito; nel caso non coincida il terapeuta potrà dare indicazioni diverse come quella, ad esempio, di tenere in terapia solo il partner che vede il problema.

Si può superare il tradimento con la terapia di coppia?

Superare il tradimento è una cosa sempre molto complicata, poiché chi viene tradito si ritrova con una ferita sanguinante difficile da riemarginare. Generalmente, chi arriva in terapia portando questa situazione, si aspetta che il traditore venga giudicato dal terapeuta e messo ad espiare le sue colpe. La terapia, in realtà è molto lontana da questo poiché il lavoro principale verrà fatto proprio su chi ha ricevuto il tradimento, in modo da portarlo a trasformare la ferita in cicatrice.

Nel caso in cui ci sia stato un tradimento ma il partner tradito non ne è a conoscenza, in terapia verrà dichiarato?

A seconda del tipo di approccio del terapeuta questo aspetto potrebbe essere trattato in maniera completamente diversa. Nel metodo strategico si evita di far confessare un tradimento, lasciando a chi tradisce la piena responsabilità delle proprie azioni e il dover sorreggere il senso di colpa. Questo perchè, come detto sopra, si parte dal presupposto che la ferita di un tradimento è un qualcosa di molto difficile da risanare.

Un percorso di terapia di coppia può portare anche alla fine della relazione?

Quando l'obiettivo comune è quello di rimanere insieme è molto difficile che l'esito di una terapia di coppia sia quello della chiusura di un rapporto. Questo si potrebbe verificare, però, quando i due partner arrivano già consapevoli che la loro unione è terminata, ma vogliono capire quale sia il modo giusto per comunicarlo ai figli, o quando ci sono in ballo interessi comuni che richiedono un certo tipo di collaborazione.

Come funziona la terapia di coppia breve?

La terapia di coppia nel modello breve strategico prevede un massimo di 10 sedute, in cui già il primo incontro è volto al far vivere un'esperienza emozionale correttiva che possa portare i due partner a vedere le cose da un altro punto di vista. Tra un incontro e l'altro, a seconda del problema presentato, il terapeuta darà delle prescrizioni da dover mettere in pratica, al fine di discuterne nella seduta successiva. Di volta in volta, il terapeuta deciderà cosa andare a sbloccare e valuterà gli effetti attesi di ogni manovra. Verranno utilizzate ristrutturazioni e linguaggio evocativo, al fine di aggirare le resistenze al cambiamento che nelle coppie sono sempre molto presenti. Ogni sistema in natura, infatti, anche se disfunzionale, tende ad opporsi al cambiamento e a ripristinare il suo equilibrio iniziale. Il terapeuta deve essere molto bravo ad aggirare tali resistenze e a condurre la coppia verso un nuovo modo di rapportarsi più sano e funzionale.

 

Se vuoi sapere se questo percorso è indicato per te o per un tuo caro contattami al numero +39 338 5898540 e sarò disponibile per valutarlo insieme.




 



Crisi di coppia



Footer